Ginecomastia

 
 

Quando si fa: quando un innaturale sviluppo della ghiandola mammaria maschile sia congenita o spesso iatrogena per uno sconsiderato utilizzo di farmaci o ancora per malattie che comportano una alterazione ormonale. Esiste dunque una ginecomastia vera da una ginecomastia mimetizzata per un anomalo accumulo adiposo. Come si fa: nei casi di un accumulo adiposo è sufficiente una semplice liposuzione, nei casi di ginecomastia vera un’ asportazione della ghiandola che si riesce ad eseguire con una minima incisione periareolare inferiore, o nei casi più gravi un’incisione periareolare totale e una liposuzione per sfumare i margini. Risultati: ottimi nella strangande maggioranza dei casi..

 

 

Studio Barberini

Via Salaria, 35
- 00198 Roma


Cel. 1: (+39) 335 5482974
Cel. 2: (+39) 328 5699409

MARTEDI' dalle 15.00 alle 19.00
VENERDI' dalle 15.00 alle 19.00